ARCHEO‎ > ‎

Lapide commemorativa di De Osti Antonio

Un valoroso uomo di Possagno combatté con coraggio la prima guerra di indipendenza nel 1848 per la difesa della patria. 
Nella foto è rappresentata la lapide di De Osti Antonio posta nella sua casa natale a Possagno, ora sede dell’ANA, sezione Montegrappa di Possagno.

LUOGO:    la lapide è posta sopra la porta della sede degli Alpini di Possagno in Piazzetta Pio X, una volta questa era la sua casa natale, probabilmente la bottega dei suoi nonni dato che il suo cognome è “De Osti” da oste.

DATA:       l’anno dell’affissione di questa targa commemorativa è probabilmente il 1866, anno della liberazione del Veneto dall’Austria. Nella targa è anche presente un’altra data: l’8 aprile 1848, il giorno della morte dell’eroico soldato.

AUTORE:  la persona che può aver fatto questa lapide è un mastro lapicida del XIX secolo. 

DATI TECNICI:  la lapide è stata fatta in marmo bianco, ha una base di 80 cm ed una altezza di 60 cm.

DESCRIZIONE: questa lapide è dedicata ad Antonio De Osti, un uomo di Possagno caduto valorosamente l’8 aprile 1848 sui Monti Berici durante i moti insurrezionali. La lapide dice: 
“ Qui dava l’estremo addio alla sua Possagno De Osti Antonio che pugnando per la patria a Monte Sorio moriva”
Questa targa vuole commemorare l’onore di un impavido cittadino possagnese che sui Colli Berici, più precisamente sul monte Sorio nei pressi di Vicenza, lottò per difendere la patria dalle truppe del generale Radetzky a costo della propria vita.

 



De Zen Chiara, classe 1ªLiceo Scientifico Tecnologico

Comments